Federer, altra passeggiata di piacere